iLASIK

La tecnica iLASIK è una tecnica di correzione dei vizi di refrazione che è eseguita all’interno della cornea: essa abbina due laser:

  1. il laser a femtosecondi, che crea la lamella corneale superficiale per poter accedere all’interno della cornea.
  2. il laser ad eccimeri, che esegue il trattamento refrattivo.

La tecnica chirurgica

L’intervento inizia con l’instillazione di collirio anestetico pochi minuti prima dell’intervento, per rendere l’intervento assolutamente indolore.

Il paziente viene fatto accomodare sulla poltrona che può ruotare in modo da poter spostare il paziente dal laser a femtosecondi al laser ad eccimeri senza doversi alzare o spostarsi.

Viene posizionato il blefarostato, strumento metallico divaricatore, che ha lo scopo di tenere aperte le palpebre per tenere esposto l’occhio e la cornea per tutta la durata dell’intervento. In questo modo il paziente non deve preoccuparsi di tenere aperto l’occhio durante l’intervento.

Creazione del lembo corneale con il laser a femtosecondi. Il paziente è posizionato sotto il braccio del laser a femtosecondi e avvicinato all’occhio. Il trattamento richiede circa 20 secondi.

Viene ruotato la poltrona e il paziente è posizionato sotto il braccio del laser ad eccimeri. Viene sollevato il lembo corneale, precedentemente creato, per esporre lo stroma corneale.

Esecuzione del trattamento sulla cornea.

  • Il trattamento laser è guidato dal computer del laser
  • Il trattamento è eseguito sull’asse visivo dell’occhio

Il trattamento si conclude con il riposizionamento del lembo corneale e con l’instillazione dei colliri antibiotico ed antinfiammatorio.

1. L’intervento inizia con l’instillazione di collirio anestetico pochi minuti prima dell’intervento, per rendere l’intervento assolutamente indolore.

2. Il paziente viene fatto accomodare sulla poltrona che può ruotare in modo da poter spostare il paziente dal laser a femtosecondi al laser ad eccimeri senza doversi alzare o spostarsi.

3. Viene posizionato il blefarostato, strumento metallico divaricatore, che ha lo scopo di tenere aperte le palpebre per tenere esposto l’occhio e la cornea per tutta la durata dell’intervento. In questo modo il paziente non deve preoccuparsi di tenere aperto l’occhio durante l’intervento.

4. Creazione del lembo corneale con il laser a femtosecondi. Il paziente è posizionato sotto il braccio del laser a femtosecondi e avvicinato all’occhio. Il trattamento richiede circa 20 secondi.

5. Viene ruotato la poltrona e il paziente è posizionato sotto il braccio del laser ad eccimeri. Viene sollevato il lembo corneale, precedentemente creato, per esporre lo stroma corneale.

6. Esecuzione del trattamento sulla cornea.

• Il trattamento laser è guidato dal computer del laser.

• Il trattamento è eseguito sull’asse visivo dell’occhio, che corrisponde al centro della pupilla; un sofisticato sistema video coordinato dal computer del laser mantiene il trattamento refrattivo in ogni istante centrato sulla pupilla anche in caso di spostamenti dell’occhio. Al paziente è chiesto di mantenere l’attenzione su una luce di riferimento, e non deve preoccuparsi di eventuali spostamenti dell’occhio.

7. Il trattamento si conclude con il riposizionamento del lembo corneale e con l’instillazione dei colliri antibiotico ed antinfiammatorio.

Indicazioni alla iLASIK

La tecnica iLASIK si presta per la correzione di ogni difetto di refrazione.

L’unico limite della tecnica rimane lo spessore corneale, che se troppo basso può sconsigliare l’intervento.


Vantaggi della iLASIK

•Non c’è dolore: dopo l’intervento rimane solo una sensazione di corpo estraneo per circa 4-6 ore.

•Tempi di recupero visivo molto veloci: il giorno dopo l’intervento si ha il quasi completo recupero visivo ed è già possibile riprendere le proprie attività.

•I tempi di recupero risultano ridotti soprattutto in caso di difetti refrattivi miopici elevati, di ipermetropia e astigmatismo.

Svantaggi della iLASIK

• Tecnica meno economica.